L'accoglienza e il benessere a scuola dei bambini adottati o in affido

L'accoglienza e il benessere dei bambini con bisogni speciali

 Strumenti e buone prassi per favorire  l'inclusione a scuola: adozione e affido

 " Arricchiamoci delle nostre differenze reciproche"

 

Perché questo progetto?

 L'idea nasce dall'esigenza degli insegnanti di far sì che l'accoglienza dei bambini con bisogni speciali  sia un  punto di partenza importante che accompagni il minore e i soggetti coinvolti durante tutto l'iter scolastico. Attraverso buone pratiche di ascolto e di dialogo si potrà attivare un confronto attivo e inclusivo riducendo, così, il  rischio di disagio e di isolamento.

Nel progetto sarà parte attiva anche la voce delle famiglie con l'intento di accogliere le loro esigenze e le loro aspettative.

La scuola  pilota  sarà l'Isa 2 della Spezia, la quale mirerà a costruire  sul territorio un lavoro di rete con le altre scuole.

Secondo il nostro punto di vista, alla base della scuola l'ingrediente essenziale è l'accoglienza, in quanto segna l'inizio di ogni percorso scolastico che vede coinvolti i bambini, le loro famiglie e l'istituzione scolastica.Potete leggere l’intero progetto che è allegato al presente.

Pubblicata il 26 febbraio 2016

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.